L’Appennino: un crocevia di popoli

Nella necropoli le prime generazioni di morti furono etruschi o etrusco-umbri, ma a questi si affiancarono, a partire dal il 350 a.C.. altre componenti etniche e, in particolare, una componente Celtica. Presenti in massa come guerrieri, con  ricchi corredi di armi ritualmente manomesse, ben cinquanta di loro furono seppelliti nel sepolcreto, intercalati alle tombe di etruschi. Le due  popolazioni rimasero insieme per oltre cento anni, fortemente integrate tra loro.