Il rito di fondazione etrusco – italico

Nel 1993, in circostanze fortuite collegate con la caduta di un fulmine, lo scavo veniva esteso al limite sud dell’abitato. Qui, lungo un rialzo roccioso, veniva alla luce un piccolo recinto in pietra da due pozzi laterali, interpretato come auguraculum, ovvero il luogo che accolse i riti augurali di fondazione dell’abitato. L’auguraculum di Monte bibele è il primo in Italia mai scavato con metodo scientifico. Da quel momento quel settore verrà indicato come “area dei fulmini”.