1988: il via al restauro

L’imponente quantità di reperti poneva la necessità di dotare Monterenzio di una struttura museale autonoma, con estesi ambienti espositivi, magazzini e laboratori per il restauro dei materiali. Nel corso del 1988 verrà inaugurato un primo laboratorio, dotato di magazzini e di apparecchiature informatiche per lo studio e la classificazione dei materiali, e si darà inizio alle pratiche per la costruzione del nuovo museo.