La prima guida C.A.I. dell’Appennino

L’edizione de “L’Appennino bolognese: descrizioni ed itinerari” del 1881, contenente una straordinaria Carta Geologica a colori dell’Appennino bolognese, costituirà una tappa fondamentale per la conoscenza fisica e geografica della regione appenninica. Ma oltre al caso eclatante della città etrusca di Marzabotto, il settore orientale dell’Appennino ancora non aveva restituito la percezione di quell’importanza che avrebbe svelato alla fine del secolo successivo.